I data center e l’Internet of Things sono i due motori che fanno correre, attualmente, il business di Intel. La società di Santa Clara nel terzo trimestre dell’anno fiscale in corso ha  ottenuto 19,2 miliardi di dollari di ricavi, crescendo del 5% rispetto all’analogo periodo del 2020. Su base non-Gaap il dato scende a 18,1 miliardi di dollari, conservando la stessa percentuale di crescita del 5%. 

 

Sul totale Gaap, la divisione che sviluppa e vende componenti per i computer ha fruttato 9,7 miliardi di euro, dato in calo del 2% anno su anno, fatto che Intel attribuisce al calo della produzione di notebook, dovuto al ben noto problema della penuria dei semiconduttori. A questo si aggiunge il calo dei “ricavi adiacenti". In compenso, la crescita dei prezzi al consumo per i notebook e l’aumento delle vendite di Pc desktop ha contribuito a tenere alti i numeri.

 

La divisione data center ha invece raccolto 6,5 miliardi di dollari nel trimestre, segnando una crescita del 10% anno su anno, mentre un miliardo di dollari è derivato dai prodotti per l’Internet of Things, per cui l’incremento è stato addirittura del 54%. Crescita notevole, +39%, anche per il più ristretto ambito dei prodotti Mobileye (computer visione e sistemi per la guida autonoma), che ha fruttato nel trimestre 326 milioni di dollari. In calo del 4% la divisione storage, con 1,1 miliardi di dollari di fatturato trimestrale, mentre la divisione Psg (semiconduttori programmabili, come gli Fpga e gli Asic, e i relativi componenti di comunicazione) ha fruttato 478 milioni di dollari e ha segnato una crescita del 16%.

 

“Il nostro focus sull’esecuzione è proseguito, mentre abbiamo iniziato a portare a compimento gli impegni della nostra Idm 2.0”, ha ha dichiarato l’amministratore delegato, Pat Gelsinger, facendo riferimento alla strategia produttiva annunciata poco dopo il suo insediamento. “Siamo ancora nelle prime tappe del nostro viaggio, ma vedo enormi opportunità davanti a noi e non potrei essere più orgoglioso dei progressi che stiamo facendo verso questa opportunità”. Per il quarto trimestre, l’azienda prevede di raccogliere indicativamente 19,2 miliardi di dollari di ricavi. La stima per l’intero anno fiscale è di 77,7 miliardi di dollari di ricavi.