Fine della sperimentazione, progetto fallito: Facebook ha deciso di interrompere i test sul doppio feed di notizie, che aveva iniziato a calibrare in ottobre per alcuni utenti selezionati di sei Paesi. “Ci avete risposto: non volete due feed separati […] perché non aiutano a rimanere in collegamento con gli amici e la famiglia”, ha fatto sapere il social. La sperimentazione prevedeva la creazione di un nuovo flusso di notizie, provenienti esclusivamente dalle pagine e costituite principalmente da articoli d’informazione. Facebook aveva però chiarito subito che le prove non avrebbero portato al rilascio della novità in altri mercati, ma che i test servivano esclusivamente per ricevere dei riscontri dagli utenti. Il doppio feed è stato provato in Bolivia, Cambogia, Guatemala, Serbia, Slovacchia e Sri Lanka.

A quanto pare per le persone di questi Paesi non è stato molto comodo passare continuamente da un flusso all’altro, senza contare che al diffondersi della notizia della sperimentazione gli editori erano già scesi sul piede di guerra perché temevano di essere confinati in uno spazio poco visibile. A meno che non volessero pagare per sponsorizzare i propri contenuti e passare così al feed principale.

“Riteniamo che i cambiamenti apportati di recente al News Feed, che danno la priorità alle interazioni social più significative, rispondano meglio ai feedback provenienti dalle persone che dicono di voler vedere più contenuti condivisi da amici e parenti”, ha aggiunto in un blog post Adam Mosseri, head of News Feed, facendo riferimento alla “rivoluzione” introdotta da Facebook poche settimane fa, con modifiche sostanziali al proprio algoritmo di indicizzazione dei post.