Il micro-computer Raspberri Pi non avrà più problemi di spazio grazie a PiDrive, un nuovo hard disk esterno progettato da Western Digital ed esplicitamente rivolto ai possessori di questo minuscolo oggetto programmabile. Le creazioni di Raspberri, incluso il recente Pi Zero, come noto si ispirano ai principi della dotazione minima e della personalizzazione. Trattandosi di oggetti piccolissimo, il più ovvio punto debole è quello dello spazio di archiviazione ridotto all’osso. Le interfacce Usb, a cui collegare una chiavetta, e gli alloggiamenti per schedine microSD risolvono in parte il problema, senza però poter garantire capienze paragonabili a quelle di un hard disk.

È qui che si inserisce il PiDrive di Wd, un oggetto capace di aggiungere 314 GB a disposizione dello storage. Si tratta sostanzialmente di una versione ottimizzata per il Raspberry Pi dei dischi della serie Western Digital Blue (destinata, invece, ai notebook), rispetto ai quali il PiDrive ha consumi ridotti ma un analogo livello di prestazioni nel trasferimento dei dati. L’interfaccia, inoltre, passa da Sata a Usb, mentre rimane inalterato lo spessore di 7 millimetri.

Raspberry Pi 3 Model B

 

Per dirla con una metafora, per i possessori di Raspberri Pi sarà un po’ come abitare in un monolocale, economico e facile da tenere in ordine, ma poter custodire tutti i propri beni in un magazzino esterno, comodo da raggiungere e spazioso. Oltre alla maggiore capienza rispetto a una chiavetta e a una scheda microSD, l’hard disk garantisce anche una veloce configurazione grazie allo strumento BerryBoot già preinstallato.

La spesa richiesta è inferiore a quella del PiDrive Kit da 1 TB, già presente nell’offerta di Western Digital al costo di 79 dollari. Il PiDrive da 314 GB ha, infatti, un prezzo di listino di 45,81 dollari ma in fase di lancio è scontato a 31,42 dollari. Questo oggetto è già acquistabile online dal sito di Wd.