Ormai si può parlare di “Broadcom-style” nel mondo dell’Ict. Il big dei processori ha, negli ultimi anni, acquisito aziende con un brand rinomato, ma anche qualche difficoltà finanziaria, per poi svuotarle di persone e linee d’offerta, tenendosi solo quanto ritenuto profittevole.

È capitato a Ca Technologies nel recente passato e ora tocca anche a Symantec, rilevata cinque mesi fa e già assottigliata di 230 persone in organico. In particolare Broadcom ha rivenduto ad Accenture il business dei servizi di cybersecurity, per un valore non reso pubblico. Il portafoglio ceduto comprende il controllo e l’analisi delle minacce che regolarmente si diffondono su scala mondiale, realizzato attraverso sei centri operativi di sicurezza (Soc), ma anche servizi di segnalazione in tempo reale su attacchi in specifici settori e di incident response. I Soc in questione sono situati negli Usa, Regno Unito, India, Australia, Singapore e Giappone.

Le attività di managed security services sono erogate in buona misura su piattaforma cloud e la business unit ceduta occupa complessivamente oltre 300 persone, che si trasferiranno in Accenture. Quest’ultima ha sottolineato come l’acquisizione renda Accenture Security uno dei principali fornitori di servizi di gestione della sicurezza. Negli ultimi tempi, erano già state assorbite aziende come FusionX, Redcore, Deja Vu Security, Maglan, Arismore e IDefense. Nel 2019, il system, integrator ha investito 1,2 miliardi di dollari in operazioni di crescita esterna.

Il taglio di organico attuato con licenziamenti e cessione di attività evidenzia il progressivo smantellamento della Symantec come abbiamo imparato a conoscerla negli anni. Come già sottolineato, non si tratta di una sorpresa, bensì della conferma che Broadcom persegue una strategia di espansione fatta anche di acquisizioni e successiva conservazione dei business che detengono significative quote dei profittevoli mercati di riferimento, senza procedere a investimenti aggiuntivi.

La componente consumer di Symantec è rimasta indipendente e si è ribattezzata Norton LifeLock, quindi ora il brand Symantec sopravviverà solo per i prodotti B2B.