Dopo il ponte per dispositivi mobili è arrivato anche quello per i computer. Microsoft ha annunciato lo sbarco su Windows Store delle prime applicazioni desktop di terze parti, “convertite” secondo i dettami dell’Universal Windows Platform (Uwp) grazie allo strumento Desktop Bridge (ex Project Centennial) svelato durante la conferenza Build 2016. Il marketplace online di Microsoft, inaugurato quattro anni fa con il lancio di Windows 8, si arricchirà quindi di una miriade di nuove applicazioni. Tra i primi noti citati dal colosso di Redmond spiccano nomi come Evernote, Arduino Ide, Sql Pro, Doubletwist, Photoscape, Magix Movie Edit Pro e altri. Gli applicativi potranno essere installati nei prossimi giorni, non solo su computer e smartphone (lo store è infatti unificato), ma anche su altre soluzioni come la console Xbox One e Hololens, i visori per la realtà aumentata.

La migrazione dei software tramite il ponte di Microsoft, anch’esso disponibile sullo store, consente agli sviluppatori di sfruttare una serie di Api per arricchire ulteriormente l’esperienza utente dei propri prodotti. L’azienda cita per esempio funzionalità come le Live Tiles, Cortana e l’Action Center. Evernote viene citata come prima applicazione che utilizza effettivamente tutte queste Api per “portare innovazione”.

Per facilitare ulteriormente la vita agli sviluppatori, il gruppo statunitense ha annunciato che Desktop Bridge supporta ora anche i tre principali installer: Installshield, Wix e Advanced Installer. I developer potranno così creare un nuovo package delle proprie applicazioni utilizzando il ponte come parte integrante del processo di sviluppo.