Un cloud privato ospitato all’interno dei più sicuri data center di OvhCloud (già Ovh), che può vantare caratteristiche di protezione e privacy dei dati superiori a quelle di altre offerte. Il provider francese ha annunciato che la sua soluzione Hosted Private Cloud è ora disponibile per clienti di ogni genere (organizzazioni pubbliche o aziende private) all’interno dei nuovi data center di Ovh, dotati di particolari caratteristiche di sicurezza, collegati ad una rete completamente isolata e dotati di crittografia end-to-end.

Questa offerta ha ottenuto la certificazione dell’AgID, l’Agenzia per l’Italia Digitale, oltre a quella di altri organismi competenti in materia di sicurezza informatica come l’Enisa (l’agenzia europea per la cybersecurity), la francese SecNumCloud e la tedesca C5. Tali certificazioni di sicurezza garantiscono a OvhCloud di intercettare le particolari esigenze di alcuni tipi di clienti, come le agenzie governative, gli enti di ricerca, le organizzazioni del settore sanitario o scolastico, le utility dell’energia e in generale chiunque gestisca dati sensibili o strategici.

OvhCloud è intenzionata a sviluppare un portfolio di soluzioni che, insieme a Hosted Private Cloud, offrano una “zona protetta” con elevati standard di sicurezza e protezione dei dati, estesa a tutta l’Europa e costantemente aggiornata per allinearsi ai requisiti di AgID, Enisa e altre agenzie. Questa offerta sarà anche rispettosa del principio della sovranità dei dati. Sarà, nelle parole del provider, un trusted cloud multi-locale all’interno di un framework libero da qualsiasi legislazione extraterritoriale”. Come per esempio (è ipotizzabile, anche se Ovh non lo cita esplicitamente) il Cloud Act statunitense, che consente alle agenzie governative statunitensi di ottenere dati personali di utenti in caso di comprovate ragioni di sicurezza o di indagine.

Dal punto di vista tecnologico, la soluzione Hosted Private Cloud è caratterizzata dall’uso dell tecnologie di virtualizzazione di Vmware, integrate in una piattaforma OvhCloud completamente automatizzata. "Vmware è orgogliosa di sostenere OvhCloud in questo progetto su larga scala, che offre un cloud affidabile accessibile al maggior numero di persone", ha dichiarato Olivier Savornin, vice presidente e general manager di Vmware Francia. "Mettendo la nostra esperienza nelle più moderne infrastrutture cloud al servizio della piattaforma OvhCloud , abbiamo costruito una soluzione competitiva e affidabile che risponde alle sfide di sovranità e sicurezza delle organizzazioni".

I clienti interessati potranno ottenere l’etichetta “Sovereign Open Trusted Cloud” per le soluzioni ospitate nella trusted zone, soluzioni che saranno disponibili sul Marketplace di OvhCloud. Questo espediente, spiega l’ufficio stampa, farà emergere servizi SaaS e PaaS affidabili e permetterà alle aziende di disporre di una gamma completa di infrastrutture altamente sicure per l'hosting di dati sensibili. Le aspettative e le prime reazioni espresse nel nostro ecosistema confermano che esiste una vera e propria convergenza verso un Trusted Cloud accessibile al maggior numero possibile di utenti”, ha commentato John Gazal, vicepresidente South Europa & Brasile di Ovhcloud. “Ecco perché continueremo ad impegnarci ad implementare nuove soluzioni che soddisfino i più elevati requisiti di protezione dei dati, su scala internazionale, a beneficio degli utenti”.