È arrivata l’ora dei prodotti come servizi. Parafrasando il linguaggio utilizzato nel mondo del cloud, si potrebbe dire che le aziende dovrebbero sempre più proporsi come fornitrici di Prodotti-as-a-Service: lavatrici come voci della bolletta dell’energia elettrica, automobili “a consumo” e così via. Molte imprese sembrano in realtà aver già compreso l’importanza di questo passaggio. L’86% delle realtà del settore manifatturiero dichiara oggi di mettere al centro delle proprie strategie di crescita il passaggio da modelli di ricavo centrati sul prodotto a modelli orientati al servizio. Nonostante ciò, solo il 29% si aspetta che l’offerta di servizi cresca più rapidamente dei prodotti nell’ambito del proprio business.

I numeri sono dello studio “The digital manufacturer: resolving the service dilemma” condotto da Cisco su 625 responsabili nel settore manifatturiero in 13 Paesi, fra cui l’Italia. E proprio nella Penisola sta continuando IoE Talks, il “tour” del gruppo statunitense realizzato in collaborazione con Intel per esplorare le opportunità della trasformazione digitale nel nostro Paese e della “quarta rivoluzione industriale”.

Perché, non serve quasi dirlo, la chiave di volta per riuscire a modificare radicalmente il proprio business, adattandosi alle esigenze del mercato, è sempre il digitale. Secondo lo studio di Cisco, il 79% delle aziende è convinto che la digital disruption porterà un cambiamento moderato o importante nei prossimi tre anni, mentre il 93% crede che i modelli di ricavo orientati ai servizi dipenderanno in maniera determinante dalle tecnologie digitali.

 

 

Ma quali sono i vantaggi dell’innovazione abilitata da tecnologie come cloud, Internet of Things e analytics? Efficienze operative, flessibilità della produzione, miglioramento del time-to-market, trasformazione della relazione con i clienti e i partner. Cisco crede molto nel paradigma di Industry 4.0, includendolo tra le più importanti aree di intervento della sua strategia Internet of Everything (IoE), per unire non solo oggetti, ma anche processi, dati e persone.

Un “luogo” caratterizzato da una connettività pervasiva che verrà perlustrato a fondo durante i lavori di IoE Talks: l’evento si terrà negli spazi della Fiera di Parma, in occasione della fiera dell’automazione Sps Ipc Drives Italia, il prossimo 24 maggio dalle 9.30 alle 14.00. Per le iscrizioni, gratuite, registratevi qui: http://ioetalks.it/registrazione?s=29.