È passato un anno da quando Veeam ha aggiornato in modo consistente la propria Availability Suite. In questo lasso di tempo, lo specialista del backup ha lavorato per soddisfare le necessità dei clienti alle prese con lo sviluppo del lavoro da remoto e il peso crescente degli ambienti multicloud.

Il frutto di questo lavoro si concretizza ora nella versione 11 di Backup & Replication, che mette l'accento proprio sui più recenti mutamenti di scenario, oltre che sul tema canonico della protezione dei dati.

Su quest'ultimo fronte, si segnala il miglioramento delle difese contro i ransomware, che si attua con backup su repository Linux rafforzati e immodificabili, in conformità con le differenti normative. Lo sviluppo di questa modalità di attacco ha reso più evidente l'importanza di effettuare dei backup, spesso soluzione efficace per rimediare e ripristinare i sistemi It.

Sempre nel campo della protezione dei dati, la versione 11 del prodotto Veeam integra la funzione Cdp (Continuous data protection), capaci di eliminare i tempi di fermo e di ridurre al minimo le perdite di dati. Questa funzione, in un primo tempo, sarà indirizzata solo ai workload VMware in produzione.

In ambito multicloud, arriva il supporto di Google Cloud Storage, mentre la soluzione può ora gestire nativamente anche Amazon S3 Glacier e Microsoft Azure Archive Storage. Allo stesso tempo, Veeam ha iniziato anche a proporre servizi di backup e disaster recovery as-a-service, con fornitori cloud e di servizi gestiti in oltre 180 Paesi nel mondo.

Per rendere disponibile una maggiore visibilità ai differenti servizi, l'azienda ha aggiornato la dashboard destinata ai fornitori di servizi. La versione 5 di Service Provider Console introduce la gestione centralizzata, il controllo e l'accesso in modalità self-service delle operazioni di protezione dei dati da parte dei clienti. Inoltre, essa offre anche una gestione estesa dei backup per Linux e Mac, il monitoraggio e il reporting nativi su Aws e Azure, oltre a una sicurezza rafforzata con l'autenticazione multifattoriale.