La spinta di Ricoh sui servizi, avviata a livello europeo da qualche anno affiancando all’hardware per la stampa anche la gestione documentale, si rafforza in particolar modo nel nostro Paese. Ricoh Italia ha appena annunciato l’imminente acquisizione delle le attività di Mauden, system integrator con sede a Milano e a Roma, specializzato negli ambiti del data center, delle infrastrutture It, della Business Intelligence e dell’intelligenza artificiale. Stando alle dichiarazioni, questa operazione “amplia la proposta a valore di Ricoh Italia per la trasformazione digitale”. L’accordo fra le due società è già stato chiuso, mentre l’acquisizione sarà formalmente effettiva a partire dal mese di dicembre.

 

Mauden è una realtà storica fra gli integratori di sistemi italiani: l’azienda è stata fondata nel 1987 e si è via via aggiornata fino a includere in offerta sia classici servizi di data center sia soluzioni focalizzate sull’analisi dei dati, sul computing cognitivo e sulle interfacce conversazionali. L’azienda porta in dote a Ricoh Italia un giro d’affari annuo superiore a 55 milioni di euro, un team composto da 130 collaboratori e un portfolio di clienti distribuiti sia sul territorio nazional sia all’estero.

 

“Mediante questa acquisizione”, ha commenta Davide Oriani, Ceo di Ricoh Italia, “possiamo offrire alle aziende soluzioni all’avanguardia e servizi ancora più completi. Grazie al know-how e alle conoscenze congiunte, continueremo a supportare i nostri clienti in modo ancora più efficace e a promuovere sul mercato un’innovazione ai massimi livelli che possa accompagnare le aziende verso nuovi orizzonti di produttività”

 

“Ricoh punta ad una crescita importante nel mercato dei servizi It, con una proposta a valore che spazia dall’innovazione per il workplace alle più avanzate soluzioni per il cloud ibrido”, ha ribadito Alberto Mariani, senior vice president, Office Service di Ricoh Europe.

 

Le attuali operations di Mauden rimarranno separate, ma “verranno sviluppate fin da subito sinergie commerciali volte a crescere ulteriormente nei mercati di riferimento”, si legge nella nota diffusa dall’ufficio stampa. Davide Oriani assumerà il ruolo di Presidente di Mauden, mentre l’attuale Ceo, Roberta Viglione, manterrà la carica.