L’elio piace sempre di più anche a Seagate. Dopo la novità introdotta dal competitor Western Digital per l’archiviazione enterprise, il vendor di Scotts Valley ha aggiornato la propria linea di hard disk di fascia consumer introducendo tre nuovi modelli da 12 TB pensati per desktop e Nas. Soltanto l’anno scorso l’azienda californiana aveva lanciato soluzioni da 10 TB. Si tratta di dischi da 3,5 pollici delle famiglie Barracuda Pro Compute (St12000dm0007), Ironwolf Nas (St12000vn0007) e Ironwolf Pro Nas (St12000ne0007), tutti dotati di interfaccia Sata III 6 Gbps. Oltre alla presenza dell’elio all’interno degli Hdd, che favorisce la densità e riduce l’attrito fra le parti meccaniche, Seagate ha sfruttato la tecnologia Pmr (perpendicular magnetic recording) per gli otto piatti rotanti a una velocità di 7.200 Rpm.

Fra le altre caratteristiche comuni degli hard disk troviamo 256 MB di cache Dram e consumi pari a 5 watt in stato idle e di 7,8 watt in attività. Il carico massimo sostenibile per i nuovi modelli delle serie Barracuda Pro Compute e Ironwolf Pro Nas è di 300 TB/anno ed entrambi i prodotti supportano un transfer rate massimo di 250 MB/s. L’ultimo arrivato della linea Ironwolf Nas tocca invece i 180 TB/anno e un transfer rate di 210 MB/s.

Il tempo medio fra i guasti (Mtbf) di quest’ultimo modello è stimato in un milione di ore, mentre quello della soluzione Ironolf Pro Nas è di 1,2 milioni di ore. Per quanto riguarda i prezzi, Seagate ha fissato a 540 dollari il costo del St12000ne0007, a 530 quello del St12000dm0007 e a 470 quello dell’hard disk St12000dm0007.