Nell’anno appena concluso il campione del mercato smartphone è stato ancora una volta Samsung, marchio più venduto su scala mondiale, con un market share del 20,8% nel terzo trimestre (in base ai dati di Idc e di Gartner), seguito da Apple, Xiaomi e quasi a pari merito da Vivo e Oppo. Se, però, si guarda non i numeri assoluti bensì le performance di crescita, il vincitore del 2021 è un altro: Realme. Il marchio cinese, come evidenziato dalle statistiche di Counterpoint Research, nel terzo trimestre 2021 è cresciuto dell’831% a volume anno su anno relativamente ai modelli Android con connettività 5G

L’incredibile performance ha consentito a Realme di posizionarsi al sesto posto nella classifica di vendita degli smartphone Android 5G per il secondo trimestre consecutivo. Seguono, nell’elenco dei marchi più in ascesa, i telefoni 5G di Oppo (+165% anno su anno), di Vivo (+147%) e di Samsung (+70%).

“La tecnologia 5G si è diffusa molto più rapidamente del suo predecessore”, ha sottolineato Tarun Pathak, direttore della ricerca di Counterpoint. “Al proseguire dell’evoluzione del 5G, entreremo nella prossima fase di crescita, supportata da un’offerta di dispositivi più matura e ampia. I produttori Oem hanno continuato a portare il 5G in diverse fasce di prezzo e regioni geografiche, rendendolo più accessibile”. I modelli con supporto alle reti di quinta generazione, rimarca l’analista, si sono diffusi anche grazie alla maggiore disponibilità di componenti 5G e ora abbondano anche nella fascia media del mercato.

 


Counterpoint attribuisce la forte crescita del marchio Realme alla efficace strategia multicanale dell’azienda e a un’ampia offerta di modelli 5G in diverse fasce di prezzo. Ci sono poi ragioni geografiche, meramente numeriche, alla base del successo: gran parte della crescita di Realme è stata trainata dal mercato cinese e indiano (con vendite aumentate addirittura di 95 volte anno su anno) e in terza battuta dall’Europa. “La convenienza di prezzo e l’accessibilità per tutti gli Oem continueranno a essere cruciali per capitalizzare la grandiosa opportunità del 5G”, ha concluso Pathak.