L’identità e gli ambienti di lavoro oggi per le aziende hanno anche una dimensione digitale, che si sovrappone e deve integrarsi con l’identità e con il modo di lavorare preesistenti. Ne è consapevole Angelini, gruppo internazionale del settore farmaceutico, nato dalla fondazione della casa madre ad Ancona nel 1919 e oggi attivo in 17 Paesi del mondo, dove opera attraverso seimila dipendenti e collaboratori. Il fatturato annuo supera i 1,6 miliardi di euro. Angelini voleva definire una propria identità digitale nuova, unificata per tutte le realtà interne al gruppo e declinata in più “ambienti”, digitali appunto: un nuova rete Intranet per i dipendenti, innanzitutto, ma anche il sito Web di Angelini Holding e quello della Angelini Academy.

 

Per quanto riguarda la Intranet, l’esigenza di dotarsene una nasceva dalla crescita delle informazioni, sia interne sia esterne al gruppo farmaceutico, una crescita che aveva reso complesso e frammentato l’ambiente di lavoro (non solo quello fisico, ma quello determinato dall’insieme dei processi e delle interazioni fra i dipendenti). Angelini si è quindi rivolta ad Avanade (la società di servizi IT creata in joint-venture da Accenture e Microsoft) per far fronte a questa crescita di dati e complessità con una nuova Intranet che fosse facile da fruire e priva di barriere. 

 

Per realizzarla, Avanade ha coinvolto con interviste e sessioni di co-progettazione un’ottantina di dipendenti di Angelini. Si è scelto di puntare su un design inedito, che rispecchiasse i valori del gruppo e fosse facilmente declinabile sulla soluzione tecnologica prescelta. La fase di progettazione è stata poi scandita da sessioni di user testing, validando con i dipendenti il design, le funzionalità proposte e la user experience.

 

Il risultato di questo lavoro, durato sei mesi, è MyA, una soluzione che poggia sulla piattaforma Microsoft Office 365, in particolare su SharePoint Online per il layer di presentazione e su Microsoft Teams per la creazione e pubblicazione dei contenuti dei siti Web.  La Intranet viene usata per veicolare le comunicazioni e notizie aziendali, ma anche per la collaborazione a distanza, la condivisione di contenuti e le attività di supporto (tramite chatbot). 

 

MyA distribuisce ed integra tecnologie informatiche in grado di gestire in modo efficiente la crescita esponenziale delle informazioni, sia esse esogene che endogene, supportando un ambiente di lavoro sempre più connesso e complesso”, spiega Marco Lanza, chief information officer di Angelini Holding.  Grazie alle integrazioni realizzate attraverso il cloud di Microsoft Azure, MyA può visualizzare i dati provenienti dalle varie applicazioni aziendali o da altri servizi di Office 365 (Graph, Exchange, Teams e OneDrive). Può essere usata, inoltre, per accedere rapidamente a Microsoft Teams, ai documenti e al calendario di Outlook. I dipendenti possono accedere alla Intranet da una postazione fissa oppure da dispositivo mobile, e possono personalizzare l’interfaccia per mettere in evidenza i contenuti più rilevanti in base a ruolo, azienda e sede. Non manca un chatbot integrato nella piattaforma, che è stato battezzato “Angela” in onore del nome dell’azienda.