A dicembre 2017 2,4 milioni di italiani hanno visitato siti di e-commerce specializzati nella vendita di prodotti di largo consumo, come alimenti e prodotti per la cura della persona. Un trend in crescita dell’otto per cento anno su anno, per uno scontrino medio di 36,94 euro contro i 26,13 euro degli acquisti offline. Un mercato dunque in crescita, che ora Auchan Retail Italia intende cavalcare interamente. L’azienda ha infatti siglato un accordo con Paypal per pagare in digitale lo shopping effettuato sul sito www.auchan.it. I clienti possono decidere di ricevere la merce a domicilio nel giorno e nell’orario preferito, pagando una tariffa di 4,90 euro (con consegna gratuita oltre i 110 euro di spesa) oppure scegliere il ritiro gratuito presso un punto vendita Auchan e Myauchan o supermercato Simply, Ipersimply e Puntosimply.

Al momento il servizio è attivo nelle province di Milano, Bergamo, Piacenza e Olbia Tempio Pausania e nei prossimi mesi sarà esteso su altre parti del territorio nazionale. “Offrire al gruppo francese l’opportunità di ampliare la propria proposta commerciale online […] è solo l’inizio di un processo su cui stiamo investendo molte energie e che ha l’obiettivo di rendere più semplice la vita dei consumatori”, ha commentato Federico Zambelli Hosmer, general manager per l’Italia di Paypal.

Secondo dati di Nielsen diffusi ad aprile, a spingere i consumatori verso il cosiddetto e-grocery sono soprattutto “la ricerca della convenienza e l’affinità del canale al proprio stile di vita”. La quota di utenti che finalizza l’acquisto sul totale di quanti hanno effettuato l’accesso ad almeno un sito è pari al 14 per cento. Si tratta principalmente di donne, laureate e under 34.