Dalla scrivania, da casa o mentre si è in viaggio, per tutte le esigenze di elevata potenza di calcolo e di elaborazione grafica da oggi sono a disposizione le nuove workstation Hp della linea Z. Una gamma presentata dall’azienda statunitense come “la più potente ed espandibile” della sua offerta, e che si presta ad ambiti di impiego che vanno dalla creazione video, al design grafico, alla progettazione Cad, alla fotografia all’industria manifatturiera, alla finanza e ad altri settori industriali.

Due i form factor proposti, ovvero le versioni desktop HP Z840, Z640 e Z440, equipaggiate con processori Intel Xeon, e i portatili ZBook 15 G2 e 17 G2, con processori Intel Core i5 e i7 di ultima generazione e con schede grafiche professionali Nvidia Quadro e Amd FirePro. Diverse le caratteristiche comuni a tutti questi modelli, a cominciare dalla loro espandibilità, cioè dalla possibilità di aggiungere memoria e potenza di calcolo in base alle proprie esigenze. Lo chassis, fra l’altro, è facilmente smontabile e non contiene cavi a vista.

HP Z840

I sistemi desktop si caratterizzano per la presenza di memorie Ddr4 e di un Bios di sistema riprogettato per consentire prestazioni più eleate e maggiore sicurezza. Dispongono, inoltre, di interfaccia Thunderbolt per la trasmissione rapida dei dati e tecnologie proprietarie HP Z Turbo Drive (per eliminare i colli di bottiglia nella memorizzazione dei dati), HP Performance Advisor (per il monitoraggio di sistema) e HP Remote Graphics Software (per la collaborazione remota in applicazioni ad alto contenuto grafico). Il sistema operativo a bordo è Windows 7 o 8.1, ma è anche possibile installarvi distribuzioni di Linux, fra cui Ubuntu. Altro dettaglio da evidenziare è la presenza di una porta per la ricarica di dispositivi mobili.

HP Z840 è una workstation a doppio processore che può essere configurata sfruttando dieci alloggiamenti di espansione e 16 slot di memoria, e che può arrivare a 36 core di calcolo e 2 TB di memoria. Subito al di sotto, nella scala di prezzo e performance, si colloca HP Z640, sistema che può anch’esso arrivare a 36 core e che si distingue per un ingombro più ridotto e per la particolare silenziosità; rispetto al modello predecessore Z620nil numero di core è stato incrementato del 50%, la memoria del 30%. La terza opzione è HP Z440, che mantiene il formato mini-tower, con chassis accessibile senza utensili, del modello prevedente (Z420) raddoppiando però la disponibilità di memoria.

Hp ZBook 15 G2


Anche per i nuovi portatili ZBook HP ha progettato uno chassis facilmente smontabile (aprendo uno sportello si possono rimuovere e inserire dischi rigidi) e ha incluso l’opzione del Thunderbolt  2 e della tecnologia Z Turbo Drive per sveltire i trasferimenti e il salvataggio dei dati. HP ZBook 15 G2 e 17 GS, seconde generazioni degli analoghi modelli da 15 e da 17 pollici, possono entrambi arrivare a 32 GB di memoria Ddr3 e a 2,2 TB di storage. Come opzione, la workstation più grande può utilizzare un display HP DreamColor ad alta definizione, particolarmente utile per chi lavora con l’immagine poiché garantisce una visualizzazione del colore costante in tutto il flusso di attività.

Le workstation HP Z440, Z640 e Z840 saranno disponibili in Italia dalla metà di novembre, mentre i portatili ZBook 15 G2 e ZBook 17 G2 arriveranno alla fine di ottobre.