A quanto pare, ci sono molte persone disposte a spendere 1.500 per il Motorola Rarz, il primo telefono pieghevole del marchio oggi posseduto da Lenovo. Una riedizione dello storico modello con design a conchiglia del 2004, di cui riprende il concetto ma che trasforma in un dispositivo quasi completamente touch, idrorepellente, completo di fotocamere, sensori e specifiche hardware di livello alto e ottimizzazioni software basate sull’intelligenza artificiale.

Inizialmente l’azienda aveva fissato l’apertura dei preordini del Razr sul mercato statunitense per la giornata del 26 dicembre, impegnandosi a cominciare con le spedizioni a partire dal 9 gennaio. Ora, invece, Motorola ha comunicato che ci sarà da aspettare un po’ di più. Quanto, esattamente, non è dato saperlo, ma in ogni caso la società “non si aspetta un significativo spostamento”, secondo quanto spiegato in una nota.

In effetti c’è un precedente, un altro smartphone pieghevole di fascia alta, molto costoso, annunciato e poi messo in pausa per qualche mese, spostando in avanti il lancio: il Galaxy Fold di Samsung. In quel caso c’erano stati problemi di progettazione, di cui si erano lamentati i giornalisti e blogger che avevano ricevuto il dispositivo in anteprima. Ma per il Razr, almeno a detta del produttore, non sarebbe accaduto niente del genere, nonostante Motorola ne abbia già una volta rimandato il lancio (originariamente previsto per l’estate del 2019).

“Dal momento del suo annuncio, a novembre, il nuovo Motorola Razr ha suscitato impareggiabili entusiasmi e interesse nei consumatori”, scrive l’azienda. La domanda è stata elevata e quindi ha rapidamente superato le previsioni di fornitura”. Per questo motivo è stato deciso di ricalibrare i tempi per “assecondare meglio la domanda” e per “determinare le quantità appropriate”. 

Ora, prendendo per buone queste spiegazioni, è difficile poter prevedere che tipo di accoglienza sarà riservata al Razr, numericamente parlando. Il Galaxy Fold ha raggiunto il traguardio del milione di pezzi venduti, a detta di Samsung, potendo però contare su una clientela fidelizzata al marchio ben più ampia di quella di Motorola. Stando alle previsioni di Gartner, gli smartphone pieghevoli resteranno confinati in una nicchia di mercato ancora per qualche anno a causa dei loro prezzi elevati.