Il prossimo 10 novembre Apple dovrebbe introdurre i primi Mac equipaggiati con i processori di sua progettazione e Microsoft è pronta a mantenere la promessa di supportarli in combinazione con macOS Big Sur, l’ultima versione del sistema operativo dell’azienda di Cupertino.

Alla Apple WorldWide Developers Conference (Wwdc), dove sono stati presentati anche i nuovi chip, sono stati mostrati Word, PowerPoint ed Excel in esecuzione sui nuovi processori. Si presume che questo supporto sia stato abilitato tramite l'uso della tecnologia "Rosetta 2", che consente alle applicazioni sviluppate per i Mac basati su Intel di funzionare anche su quelli equipaggiati con le nuove Cpu.

Microsoft sta pianificando di mettere in campo, per i nuovi Mac, il supporto nativo delle sue app. Questo si intuisce dall’ultimo aggiornamento "Slow ring" Office Insider, che introduce un paio di nuove funzionalità e inaugura il supporto per la connettività Sql Open Data Connectivity (Odbc) in esecuzione sui chip Apple in Excel.