L'intelligenza artificiale renderà i pagamenti digitali del circuito Visa sempre più precisi, rapidi, gestiti al meglio. In una parola, più “smart” Si chiamano, infatti, Smarter Posting, Smarter Settlement Forecast e  Smarter Stand-In Processing (Smarter Stip) i tre nuovi servizi inclusi in VisaNet+Ai, un'offerta che – come il nome suggerisce – impiega l'intelligenza artificiale per facilitare la vita sia ai consumatori sia alle banche e agli operatori del retail. Secondo le dichiarazioni di Visa, i nuovi servizi “consentono di rispondere ad una serie di annose sfide per banche, commercianti e consumatori, come i ritardi e la confusione nella gestione del saldo contabile e l'imprevedibilità del regolamento giornaliero dei conti (settlement) per le istituzioni finanziarie”.

 

Nonostante il crescente ricorso all'online banking su computer e applicazioni per smartphone, spiega Visa, l'esperienza di pagamento per i consumatori può non essere lineare, con alcuni pagamenti che impiegano più tempo di altri per essere riportati sul saldo. Questo ritardo può creare confusione o preoccupazione per i titolari di carta, con conseguente aumento del volume di lavoro per i call center o il verificarsi di potenziali scoperti”. Tutto questo avviene perché l'importo autorizzato in tempo reale al checkout può differire dall'importo che alla fine viene liquidato dal conto del consumatore, per esempio nel caso siano previste mance al ristorante (come di norma avviene negli Stati Uniti) o nel caso di pagamenti trasfrontalieri che coinvolgono più valute.Per evitare di creare confusione nell'utente a causa dei diversi addebiti per una singola transazione, le banche spesso ritardano la pubblicazione del pagamento o l'aggiornamento del saldo del conto, finché non hanno la certezza dell'importo finale.

 

 

Visa Smarter Posting, disponibile in Europa a partire dal mese di aprile e in una fase successiva anche in altre geografie, è finalizzato a fornire maggiore trasparenza ai consumatori. Il servizio aiuta gli emittenti delle carte di pagamento (issuer) a migliorare l’esperienza d'uso dei titolari di carta, e lo fa impiegando l'intelligenza artificiale per assegnare un punteggio a ciascuna transazione come parte del processo di autorizzazione. L'algoritmo analizza i dettagli della transazione e i dati storici per prevedere la probabilità che l'importo di una transazione rimanga stabile durante la fase di compensazione. Visa ha spiegato che nei test il modello ha saputo prevedere con un'accuratezza del 98% se l'importo della transazione debba rimanere stabile o meno nel tempo.

 

Visa Smarter Settlement Forecast, invece, analizza svariate fonti di dati (transazioni passate, indicatori stagionali, macrotendenze ed eventi anomali, come quelli legati al covid-19) con algoritmi di modellazione predittiva, per anticipare le esigenze di flusso di cassa in entrata e in uscita. "Ogni giorno, durante il processo di regolazione dei conti (settlement), Visa permette la movimentazione di miliardi di dollari attraverso migliaia di istituzioni finanziarie in oltre 200 paesi e 160 valute diverse”, spiega l'azienda. “È la fase finale del ciclo dei pagamenti, dove le transazioni vengono aggregate, vengono eseguiti i trasferimenti tra acquirer e issuer, i conti dei commercianti vengono accreditati in base alle vendite effettuate”. Questo processo richiede alle istituzioni finanziarie di stanziare strategicamente le risorse, in modo che ci sia abbastanza liquidità per soddisfare il volume di gestione di quel preciso giorno ma anche in modo da evitare un'allocazione eccessiva (che occupa risorse altrimenti sfruttabili da altre attività della banca). Smarter Settlement Forecast sarà reso disponibile ai clienti attraverso Visa Analytics Platform. Il servizio è ancora in fase di testing e se e prevede il lancio ufficiale entro la fine di quest'anno.

 

La terza delle novità, Visa Smarter Stand-In Processing (Smarter Stip), non è del tutto nuova essendo stata annunciata nell'agosto del 2020 come prima delle funzionalità di VisaNet +Ai . Da allora, a detta di Visa, è già stata adottata dalle principali istituzioni finanziarie nel mondo, fra cui Caixa Econômica Federal e Doha Bank. Smarter Stip può migliorare le esperienze di pagamento durante i disservizi: attraverso il deep learning (una forma di intelligenza artificiale che mima i meccanismi del pensiero logico-razionale) vengono generate delle decisioni per approvare o rifiutare le transazioni per conto degli emittenti. Nel complesso questo serve a incrementare le autorizzazioni delle transazioni durante i disservizi, limitando però i rischi.

 

"Con il nostro investimento nell'infrastruttura Ai, stiamo sbloccando in tempo reale nuove soluzioni per problemi complessi”, commenta Jack Forestell, chief product officer di Visa. “Questo è solo l'inizio di ciò che possiamo fare con il potere predittivo dell'intelligenza artificiale”.