Le vacanze sono ormai vicine, e a dispetto degli sconti per le prenotazioni anticipate, sono in molti ad aspettare l'ultimo minuto per beneficiare delle offerte last minute. E tanti le cercano online. Secondo le analisi pubblicate lo scorso anno da Trivago e da British Airways, negli ultimi 10 anni il numero di chi prenota online è cresciuto del 67% e nella maggior parte dei casi il motivo è la ricerca di un'offerta conveniente che faccia risparmiare.

Il dato è noto, a tal punto che i cyber criminali sono i primi ad aizzare le orecchie e a macchinare trappole diverse ogni anno per far cadere qualcuno nella loro rete. Il produttore di antivirus G-Data Security Labs ha quindi pubblicato un vademecum per tutelarvi.

La prima regola da seguire è quella di stare attenti alle mail di spam: il numero dei messaggi ingannevoli mirati agli utenti Internet in cerca di offerte per le vacanze è in aumento e sta per esplodere. Occhio quindi a non confermare le prenotazioni o non cadere nella trappola di offerte last minute che vengono recapitate nella casella di posta elettronica.

Sempre nell'ambito di queste mail, cestinatele subito ed evitate tassativamente di aprire gli allegati o di cliccare i link: il rischio che portino a trappole malware è altissimo. E l'obiettivo dei malware infatti è passare ai criminali i dati bancari e delle carte di credito che potranno poi essere poi rivenduti nei forum underground o utilizzati in maniera illecita per altre attività criminali.

Prima di prenotare da siti online inoltre controllate attentamente le offerte e se sono previsti costi addizionali di qualsiasi tipo. Le offerte gratuite o particolarmente convenienti contengono spesso dei costi nascosti.

In terzo luogo controllate il fornitore del servizio: gli operatori, gli agenti di viaggio, gli hotel e le compagnie aeree possono offrire delle vacanze online, ed è lecito verificare se sono fornite informazioni sul nome, il profilo legale della società, il nome del rappresentante legale, l'indirizzo completo, i numeri di telefono e fax, la partita IVA e così via.

Ultimo e immancabile consiglio è di installare gli aggiornamenti del sistema operativo, di tutti i software e del programma per la sicurezza informatica, che deve preferibilmente comprendere la protezione in tempo reale per quando si naviga in Internet e un filtro antispam.
Tag: sicurezza