I server di Fujitsu incontrano l’infrastruttura cloud Pan di Egenera. L’azienda giapponese ha infatti lanciato il sistema integrato Primeflex, progettato per garantire servizi sempre ottimizzati nonostante variazioni continue e non pianificate dei sistemi. Una soluzione all-in-one che unisce server, archiviazione, connettività e software di gestione dell’infrastruttura, indipendentemente da hardware, sistemi operativi e tecnologie hypervisor. I campi di applicazione di Primeflex sono ovviamente l’alta disponibilità, essenziale alle imprese per garantire servizi senza interruzione, e il disaster recovery.

Un’infrastruttura flessibile ideale per eseguire applicativi ad alta disponibilità, critici per il business, e per gestire carichi di lavoro variabili su un'infrastruttura di data center fisici e virtuali. Primeflex offre inoltre funzioni di partizionamento e di multi-tenancy per consentire agli amministratori di creare gruppi di risorse sicure dei server condivisi.

Il nuovo sistema proposto da Fujitsu permette di soddisfare requisiti specifici di tutte le risorse di applicazione e dei carichi di lavoro. Ad esempio, l'utilizzo di server “bare metal” per andare incontro alla capacità di trasmissione dei dati e alle esigenze di altre prestazioni, oltre a rispettare i parametri di licenze, supporto o requisiti normativi.

 

 

Per quanto riguarda le diverse configurazioni, Primeflex per Egenera Pan viene offerto in tre diversi preset: piccolo per quattrocento macchine virtuali, medio per mille ed enterprise per oltre duemila Vm. Le aziende possono poi scegliere se utilizzare i sistemi di storage esistenti o acquistare prodotti della famiglia Eternus del colosso giapponese. Al momento, i server Primergy certificati come parte della soluzione Primeflex per Egenera Pan sono numerosi. Tra cui, si trovano nei rack gli Rx200 S8 e gli Rx2540 M1. Negli scale-out, i Cx400 M1, mentre nei server blade l’elenco include i Bx900 S2, i Bx2560 M1 e i Bx2580 M1.