Siav s’allarga con una nuova acquisizione, dopo la recente entrata in società di Credit Service Spa, che le permetterà di rafforzare la propria posizione in ambito fintech. Di tutt’altro si occupa Mitric, azienda italo-svizzera (con sede a Milano) nata nel 2006, che è appunto il nuovo acquisto annunciato dalla padovana Siav. La specialità di Mitric sono le applicazioni mobili per aziende, che vengono sviluppate attraverso una piattaforma proprietaria in cloud.

Tra le sue creazioni più interessanti spiccano Checker (dedicata alla gestione dell’audit e del controllo qualità), B-Event (per la gestione di eventi aziendali) e Presenter (per le comunicazioni interne, la formazione e la forza vendite). Tra i clienti di queste soluzioni figurano anche Sirti, l’azienda di abbigliamento Stone Island e il produttore di macchine agricole Comer Industries.

“Mitric è una realtà che ci ha subito affascinato per il suo carattere innovativo alla ricerca costante di applicazioni user-friendly dall’alto standard tecnologico, nate per semplificare ogni processo in azienda”, ha dichiarato il Ceo di Siav, Nicola Voltan. “Si è creata da subito una profonda sinergia che ci ha portato a stringere questo accordo al fine di garantirci il valore di questo brand all’interno del nostro gruppo, certi del forte contributo che riuscirà a trasmetterci. Questo risultato è per noi un ulteriore traguardo di un percorso di innovazione e crescita di cui andiamo molto fieri e che ci permetterà di consolidare la nostra offerta anche in ambito mobile”.

 

Nicola Voltan, Ceo di Siav

 

“Eravamo alla ricerca di un partner che sostenesse lo sviluppo di un piano industriale ambizioso volto all’internazionalizzazione”, ha spiegato Luigi Bassani, direttore generale di Mitric. “Abbiamo accolto la proposta di Siav con grande entusiasmo perché ci proietta verso una crescita del business globale, focalizzato sullo studio di applicazioni mobile B2B estremamente innovative e sulla piattaforma Checker, che rappresenta un asset di grande valore per un futuro in cui le imprese, di qualsiasi dimensione, digitalizzeranno tutti gli ambiti dedicati ad audit, ispezioni e controllo qualità”.