L’all-in-one con potenza da workstation di Apple si chiama iMac Pro. L’azienda di Cupertino l’ha lanciato da poche ore in Italia, con prezzi che partono da 5.600 euro e disponibilità a gennaio. Costo eccessivo? Considerate le specifiche, forse no. Per questa soluzione, pensata ovviamente per i professionisti, la Mela ha scelto processori Intel Xeon di classe server fino a 18 core (nella configurazione Xeon W a 2,3 GHz con Turbo Boost a 4,3 GHz e 42,75 MB di cache), scheda grafica Radeon Pro Vega 56 con 8 GB di memoria Hbm2 (oppure Vega 64 con 16 GB Hbm2), fino a 128 GB Ecc Ddr4 a 2666 MHz e un massimo di 4 TB di storage Ssd. In caso scegliate il modello top di gamma, però, dimenticatevi del prezzo appena riportato, in quanto con la configurazione spinta al massimo si sfiorano i 15.500 euro.

Il display è un retina 5K da 27 pollici con 500 nits di luminosità, che ben si presta a restituire tutta la potenza dell’hardware sottostante. Con l’iMac Pro è possibile effettuare fluidamente rendering 3D in tempo reale, eseguire applicazioni in realtà virtuale, elaborare video e fotografie ad altissima risoluzione o effettuare simulazioni ingegneristiche complesse. Il computer supporta simultaneamente la risoluzione nativa, con un miliardo di colori, sullo schermo integrato e fino a quattro monitor esterni 4K.

L’iMac Pro supporta inoltre la scrivania estesa e la duplicazione dello schermo, oltre a integrare un’uscita Thunderbolt 3, una DisplayPort nativa via Usb-C e uno slot Sdxc con supporto per memorie Uhs-II. L’architettura interna del computer è stata praticamente riprogettata da zero, per avvicinarlo ancora di più a una vera e propria workstation. Il design dei componenti adibiti al raffreddamento ha aumentato l’efficienza dell’80 per cento, senza cambiare lo chassis che è ancora realizzato in alluminio e vetro.

Le novità di fascia alta di Apple, in attesa del rinnovato Mac Pro che dovrebbe arrivare l’anno prossimo, sono spesse sul bordo soltanto cinque millimetri e nella confezione si trovano Magic Keyboard, Magic Mouse e in opzione anche il Magic Trackpad, tutti nella nuova colorazione grigio siderale.