Domenica pomeriggio Virgin Hyperloop, presso il suo tracciato di prova DevLoop che si trova nel deserto fuori Las Vegas, ha condotto con successo il primo test con esseri umani di Pegasus, il suo sistema di trasporto ultraveloce. Nel tunnel, che è lungo 500 metri e ha un diametro di 3,3 metri, l’azienda aveva già effettuato oltre 400 prove, ma sempre senza passeggeri.

Le persone a bordo erano Josh Giegel, Cto e co-fondatore dell’azienda, e Sara Luchian, head of passenger experience. Dopo che i due manager sono entrati dentro Pegasus e hanno allacciato le cinture, la capsula bianca e rossa è stata immessa in una camera di decompressione, mentre l'aria all'interno del tunnel veniva rimossa e si creava il vuoto. A questo punto è stato aperto il “tubo” e il pod ha percorso il tracciato, arrivando fino a 100 miglia all'ora (160 chilometri orari), prima di rallentare, fino a fermarsi.

È un risultato importante per Virgin Hyperloop, che è stata fondata con la premessa di realizzare la vision di Elon Musk, Ceo di Tesla e SpaceX, di un sistema di trasporto futuristico, ovvero capsule o pod che viaggiano attraverso tunnel a bassa pressione a velocità fino a 760 mph (1.223 chilometri all’ora).