Una batteria che non funziona più bene, che garantisce ormai poca autonomia, è spesso il motivo per cui si è costretti a pensionare un vecchio notebook e a comprarne uno nuovo. Hp si è impegnata a migliorare la longevità delle batterie agli ioni di litio di numerosi suoi modelli attraverso una collaborazione con Microsoft, che ha portato al debutto di una nuova funzionalità di Windows. Con un aggiornamento del sistema operativo viene modificato il modo in cui, di default, i computer gestiscono i consumi energetici attravero l’utility HP Battery Health Manager. 

La nuova funzione permette di massimizzare la durata della batteria e anche la sua “salute”, a beneficio della longevità complessiva di questo componente nei mesi e negli anni di utilizzo del Pc. Inoltre permette all’utility di gestire in automatico il caricamento della batteria quando il dispositivo è collegato all’alimentazione.

La versione originaria del Battery Health Manager era stata introdotta a fine 2018, per poi essere modificata l’anno scorso con un aggiornamento che includeva un migliore algoritmo per l’impostazione“Let HP Manage My Battery Charging”: quest’ultimo diventava, in sostanza, più dinamico, adattando il caricamento della batteria alle condizioni d’uso del Pc, che variano naturalmente nel tempo. 

Ora, con quest’ultima release, “Let HP Manage My Battery Charging” diventa l’impostazione di default del Battery Health Manager. In precedenza, invece, risultava attiva di default l’impostazione che massimizza la durata della batteria a discapito delle prestazioni.  Rimane in ogni caso possibile modificare le impostazioni del gestore di batteria attraverso l’utiliy di configurazione del BIOS (BIOS Configuration Utility), ma per l’utente poco esperto questa potrebbe non essere un’impresa immediata.

L’aggiornamento, corrispondente alla sigla KB4583263, è stato rilasciato in settimana attraverso Windows Update e sul Microsoft Update Catalog, ed è applicabile a decine di portatili tradizionali e convertibili delle linee Elite, EliteBook, ProBook, ZBook, Zhan e Thin Client. L'elenco completo dei modelli interessati è disponibile sul sito di Hp.