12/02/2024 di redazione

Cisco, possibili licenziamenti in vista e focus sulle aree di crescita

Indiscrezioni parlano di migliaia di posizioni lavorative in bilico. L’azienda intede focalizzarsi sulle aree a forte crescita.

innovaway-persone.jpg

Nelle grandi multinazionali tecnologiche i licenziamenti proseguono. Tra la fine del 2022 e l’inizio di quest’anno i tagli di posizioni lavorative nel settore hardware, software e servizi Internet sono nell’ordine delle decine, se non centinaia di migliaia, e l’ultima indiscrezione sull’argomento riguarda Cisco. A detta di fonti confidenziali di Reuters, tre “persone informate sui fatti”,  l’azienda sta pianificando una ristrutturazione che prevede il taglio di “migliaia di dipendenti” e la focalizzazione sulle “aree a forte crescita”.

L’azienda non avrebbe ancora definito il numero esatto e le posizioni interessate dai tagli. Ma una dichiarazione ufficiale è attesa già in settimana, in vista della comunicazione dei risultati finanziari trimestrali nella giornata del 14 febbraio.

L’ultima tornata di licenziamenti significativa era stata annunciata da Cisco nel novembre del 2022 e aveva portato a una riduzione di organico pari al 5%. A fine 2023 l’azienda contava 84.900 dipendenti e collaboratori.

Al pari di altri colossi dell’Ict, Cisco sta premendo sul pedale dell’intelligenza artificiale, nel suo caso portandola nell’orchestrazione delle reti e nella difesa perimetrale dei firewall. Recente è l’annuncio di una collaborazione con Nvidia e dell’aggiornamento di diversi servizi di osservabilità e cybersicuezza, oltre a nuova funzionalità di AI generativa in Webex.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI