Il nuovo Gorilla Glass di Corning, che non è contraddistinto da un numero come i suoi predecessori, ma si chiama semplicemente Victus, a detta dell’azienda supera senza danni cadute fino a due metri di altezza. Dovrebbe essere, rispetto al Gorilla Glass 6, anche molto più resistente ai graffi e ai danni da impatto, oltre a mantenere l'integrità dopo essere stato danneggiato.

Corning ha creato Slapper - nelle declinazioni Mini e Mega -, ovvero un crash test, che simula la caduta da diverse altezze per testare la resistenza del Victus rispetto a rivestimenti come quello in alluminosilicato. In un tweet dell’azienda si legge: “Abbiamo creato lo Slapper per testare le prestazioni del vetro di dispositivi mobili in caso di caduta. Laddove il nostro Mini Slapper ha distrutto il vetro rivestito in alluminosilicato, nemmeno il nostro Mega Slapper ha potuto sconfiggere il Corning Gorilla Glass Victus”.

Il Victus sarà utilizzato da diverse aziende, tra cui Apple, Samsung, Sony, Huawei, Motorola, Lg e Asus, per i loro dispositivi. Corning ha dichiarato che il nuovo Gorilla Glass si potrà vedere e toccare con mano nei nuovi device Samsung, molto probabilmente quelli che saranno presentati il prossimo 5 agosto, ovvero il Galaxy Note 20 e lo smartwatch Galaxy Watch 3.

A commento dell’annuncio del Victus, il senior vice president di Corning John Bayne ha detto: “Abbiamo riscontrato che le persone non cambiano il telefono così frequentemente. Poiché lo smartphone è ormai un investimento a lungo termine, è ovvio che si voglia che duri maggiormente e non si danneggi”.