In fatto di strumenti di comunicazione e collaborazione per professionisti e aziende, Microsoft pensa in grande. Con Skype Meetings, un nuovo servizio di videoconferenza proposto disponibile gratuitamente o in edizione premium, si rafforza l’impegno della società di Redmond nel campo delle Ucc, andando ben oltre le caratteristiche di Skype e di Skype for Business. Alla variante consumer dell’applicazione di instant messaging, videoconferenza e telefonia VoIp, infatti, manca un vero e proprio corredo di strumenti di collaborazione, fatto salvo il file sharing. L’utilizzo di Skype for Business, d’altra parte, richiede un abbonamento a Office 365.

Skype Meetings è invece accessibile gratuitamente nell’edizione più basica del servizio e previo abbonamento a Office 365 per quella più ricca di funzionalità. Nel primo caso si possono avviare riunioni virtuali con un massimo di dieci partecipanti, che si collegano al meeting su invito (tramite link a un Url personalizzato) sfruttando un Pc, un Mac, un iPhone, iPad o dispositivo Android. Con la curiosa esclusione di Windows Mobile, ex Windows Phone, e dunque dei terminali Lumia. Durante la videoconferenza è possibile chattare, condividere lo schermo, editare a più mani una lavagna interattiva, trasmettere o visualizzare presentazioni PowerPoint anche arricchite di annotazioni e sottolineature o “animate” dalle azioni di un puntatore laser.

Per i titolari di abbonamento a Office 365 che accedono alla versione premium c’è molto di più. Si allarga, innanzitutto, il numero massimo di partecipanti: 250. Ma si può arrivare a 10mila persone sfruttando una delle componenti di Skype for Business, ovvero Skype Meetings Broadcast. Per gestire un elevato numero di utenti si possono utilizzare funzionalità di gestione, come per esempio mettere in muto uno o più partecipanti.

 

 

Il servizio premium consente, inoltre, di eseguire azioni varie, a beneficio della produttività: di condividere documenti di Office (realizzati con Word, Excel, PowerPoint e OneNote), di aderire a una riunione virtuale cliccando su un link ricevuto all’interno del calendario di Outlook, di registrare il meeting, di trasmettere degli allegati, di realizzare in tempo reale veloci sondaggi o di sottoporre questionari. Per conservare file è a disposizione, inoltre, 1 TB di spazio in cloud. Microsoft assicura una availability del 99,9% e fornisce supporto telefonico continuativo 24/7.