È pensato per l’utenza che si avvicina per la prima volta al mondo dei Nas il nuovo Ds119j di Synology: un dispositivo di storage da un vano caratterizzato da consumi ridotti (10,04 watt in attività e 5 watt in sospensione), ma da prestazioni più che sufficienti per lo streaming audio e video domestico. Il Ds119j supera infatti i 108 Mbps in scrittura e lettura sequenziale. Al suo interno trova posto un processore Marvell Armada 3700, un dual core a 800 MHz con motore di codifica hardware. Ad affiancare la Cpu ci sono 256 MB di memoria Ddr3l. Il Nas supporta sia dischi rigidi Sata da 3,5 pollici sia unità da 2,5 pollici, per un massimo di 14 TB di capacità di archiviazione. Sul pannello posteriore sono state inserite due porte Usb 2.0 e il connettore Lan.

Il Nas presenta il sistema operativo di Synology Diskstation Manager, dotato di numerose applicazioni che potenziano la produttività lavorativa. È possibile quindi installare componenti aggiuntivi per backup, sicurezza, multimedia, utility e molto altro. Considerato che questo dispositivo è pensato soprattutto per l’intrattenimento domestico o per i singoli professionisti, torneranno sicuramente utili software come Plex, iTunes Server, Audio Station e soluzioni di archiviazione sicura come Cloud Station Server o Acronis True Image.

Il Nas può supportare fino a 512 utenti locali, 128 gruppi e 256 cartelle condivise. Come per tutti gli altri device di Synology, anche il Ds119j permette di accedere ai file su disco da Internet, senza dover impostare regole come l’inoltro delle porte o il Ddns. L’appliance è infatti compatibile con la funzionalità Quickconnect, che consente di connettersi a un indirizzo sicuro e personalizzabile per accedere ai file da qualsiasi dispositivo connesso alla rete.