Senza Google Maps, oggi come oggi, non molti di noi saprebbero facilmente trovare la strada quando si spostano in macchina o a piedi in città, e avrebbero qualche difficoltà in più a scegliere la migliore combinazione di mezzi pubblici così come il ristorante in cui pranzare e l’attrazione turistica da visitare. Il servizio di mappe creato da Google ha appena compiuto 15 anni dopo aver accompagnato e per alcuni aspetti condizionato l’evoluzione del Web: da semplice versione digitale zoomabile di una cartina geografica, Maps è diventata una piattaforma sempre più interattiva, complessa, navigabile in varie modalità, nonché un aggregatore di recensioni e una potente (globale, ma anche molto “locale”) vetrina per attività commerciali di ogni genere. 

 

Il navigatore si è arricchito con funzioni via via più complesse, come il calcolo dei tempi di percorrenza, la segnalazione di incidenti e autovelox e strumenti di realtà aumentata. In quindici anni di vita, la piattaforma ha mappato 24mila città, ha creato 129  milioni di guide locali e ha indicizzato oltre 200 milioni di luoghi del mondo, tra siti geografici, turistici, naturalistici e commerciali. Oggi conta oltre un miliardo di utilizzatori abituali, tra i quali spiccano i 200 milioni di persone che interagiscono attivamente, su base quotidiana, esprimendo un “like”, scrivendo una recensione o caricando una fotografia.

 

Per festeggiare il quindicesimo compleanno della sua creatura, Google ha avviato l’aggiornamento dell’applicazione mobile, sia di quella per dispositivi Android sia di quella per iPhone e iPad. Debutta un diverso look, caratterizzato dalla presenza di cinque schede: Explore, Commute, Saved, Contribute e Updates. La prima è utile per esplorare i dintorni del punto in cui ci si trova, per conoscere le attrazioni e i locali in zona o, ancora, gli eventi in programma. 

 

La scheda "Commute"

 

La scheda Commute è dedicata ai pendolari extracittadini o cittadini, poiché permette di impostare percorsi abituali e di ricevere in tempo reale aggiornamenti sulla viabilità, sulla circolazione dei mezzi pubblici (con tanto di suggerimenti di percorsi alternativi). Nella sezione Saved, invece, confluiscono tutti i luoghi preferiti dell’utente, mentre la scheda Contribute permette di interagire creando una recensione, caricando un’immagine o aggiornando le informazioni di un luogo. 

 

Si tratta finora di funzioni già esistenti nel servizio e anche nell’app mobile di Maps, che però sono state riorganizzate in un diverso menu. La novità vera e propria è la scheda Updates, che propone un feed di segnalazioni varie su attrazioni e luoghi suggeriti o di tendenza in quel momento. C’è anche una chat integrata, dalla quale è possibile contattare i titolari dei ristoranti, negozi o altre attività segnalate.