Pc, ma anche server e altre infrastrutture per data center: Dell Technologies gode di ottima salute. L’azienda texana nel trimestre di maggio-luglio 2021 ha visto crescere del 15% anno su anno i propri ricavi, superando quota 26 miliardi di dollari: per la precisione, 26,122 miliardi è il dato calcolato su base Gaap e 26,133 miliardi quello non-Gaap. Divergono maggiormente i due valori relativi all’utile netto, che è in calo del 20% nel calcolo Gaap (da 1,099 miliardi di dollari del secondo trimestre 2020 a 800 milioni del secondo trimestre 2021) ma in crescita del 18% su base non-Gaap (da a 1,621 a più di 1,9 miliardi di dollari). Il risultato operativo è in crescita in entrambi i casi: nel calcolo Gaap segna addirittura un +21% anno su anno.

 

“In questo trimestre abbiamo riportato ancora una volta solidi risultati , con tutte le divisioni in crescita”, ha commentato il chief financial officer dell’azienda, Tom Sweet.Stiamo creando valore nel lungo periodo prendendo parte e inseguendo opportunità di crescita ad alto valore e facendo crescere e modernizzando in modo profittevole il nostro core business”. 

 

A mo’ di esempio, il direttore finanziario cita i sistemi di storage di fascia media VxRail, i cui ordini sono cresciuti del 34%, mentre in generale le vendite della divisione storage sono calate dell’1% in valore producendo 4 miliardi di dollari di ricavi nel trimestre. In ascesa del 6%, invece, le vendite di server e apparati di networking, da cui sono derivati 4,5 miliardi di dollari.

 

Il Client Solutions Group, divisione che commercializza personal computer, workstation e thin client, ha fruttato 14,3 miliardi di dollari. Una cifra record per il secondo trimestre, che ha segnato una crescita annua del 27%. Di questa somma, i computer aziendali (Commercial) rappresentano la gran parte, 10,6 miliardi di dollari, e sono questi i prodotti in maggior crescita: +32%. Qui si osserva in azione l’onda lunga del covid, che ha quanto pare non ha esaurito la sua dinamica di spinta alla domanda di nuovi Pc per lo smart working.

 

Tra le novità del trimestre, Dell ha lanciato i nuovi servizi cloud Apex (paragonabili all’offerta Greenlake di Hpe) e introdotto nuovi modelli di infrastrutture iperconvergenti della gamma Dell Emc VxRail, basati sui più recenti server PowerEdge. Positivo, nei tre mesi, anche l’andamento di Vmware: l’azienda in attesa di spin-off dal gruppo Dell ha fruttato 3,1 miliardi di dollari di ricavi, corrispondenti a una crescita annua dell’8%.