Di smartphone con schermo flessibile si parla ormai da diversi anni, e aziende come Lg, Samsung e Huawei si sono buttate su questa tendenza sfornando telefoni con fianchi arrotondati (come i Galaxy in versione “Edge”) e dotati di cerniera che permette di aprire o chiudere il dispositivo come se fosse un libro (per esempio i Galaxy Flip).  Due punti deboli sono però la insufficiente resistenza di questi componenti in corrispondenza dei punti in cui vengono piegati e i costi di produzione elevati, che incidono sul prezzo finale. Ora, però, Lg ha annunciato il Real Folding Window, un componente che presenta esternamente una copertura in vetro duro, mentre altre aree sono flessibili e pieghevoli quanto la plastica.

Sviluppato da Lg Chem, azienda appartenente al gruppo sudcoreano, Real Folding Window è allo stesso tempo molto resistente e flessibile grazie alla sua particolare struttura e all’impiego di nuovi materiali. Comprensibilmente, Lg non scende in dettagli ma conserva per sé il segreto. L’azienda si è limitata a spiegare che una copertura spessa “alcune dozzine di micrometri” protegge su entrambi i lati una pellicola in PET e questo migliora sia la resistenza al calore sia le proprietà meccaniche delle parti in plastica. Fatto importante, questo materiale è duro come il vetro ma non è soggetto a crepe e rotture.

Stando alla descrizione ufficiale, è “più sottile degli attuali vetri temperati e ha la stessa durezza, ma senza crepe sullo schermo” e può vantare “una incredibile flessibilità” che gli permette di non rovinarsi nemmeno dopo che è stato piegato per più di 200mila volte. Altro vantaggio è il costo di produzione, inferiore a quello delle pellicole in poliimmide (un materiale plastico, in uso fin dagli anni Cinquanta) già in commercio. 

 

“Attraverso il Real Folding Window appena sviluppato, abbiamo saputo compiere un ulteriore passo per risolvere le necessità dei clienti”, ha dichiarato Chang Do Ki, vice presidente della divisione IT Materials di Lg Chem, “e abbiamo già ricevuto proposte di progetti congiunti da numerosi clienti”. Il PET “ricoperto” in vetro può essere usato per realizzare gli schermi di notebook, tablet e smartphone. Una categoria di prodotto, quest’ultima, che Lg Electronics (altra azienda del gruppo Lg) ha deciso di abbandonare, annunciando la chiusura della divisione dedicata. 

 

In ogni caso il Real Folding Window potrebbe trovare una destinazione su altri dispositivi Lg e sugli smartphone della concorrenza. Questo sta facendo attualmente Samsung Display con il prodotto da lei sviluppato (uno schermo in cui è inserito uno strato di “PET elastico”), tra i cui clienti c’è anche Google. Per quanto riguarda il Real Folding Window di Lg Chem, la sua commercializzazione di massa non sarà avviata prima del 2023. “Rafforzeremo le nostre alleanze con le principali aziende del settore smartphone ed espanderemo il nostro mercato a partire dagli smartphone e poi su nuovi dispositivi pieghevoli, come laptop e tablet”, ha annunciato Chang Do Ki.