Il bare metal è tutt’altro che noioso. Oltre a fornire servizi di colocation e interconnessione, Equinix ha anche un’offerta di hardware bare metal, il cui nome (non sorprendentemente) è Equinix Metal. Qui debuttano nuove tecnologie che possono essere sfruttare dai clienti come service insieme alle ultime novità di Amd, Ampere, Intel, Nutanix e il supporto al calcolo accelerato di Nvidia. In questo modo, ha spiegato Equinix, le aziende potranno ottenere nuovi modi per realizzare o ampliare le offerte “as a Service”, per modernizzare la loro infrastruttura e alimentare architetture multicloud ibride e applicazioni cloud-native.

 

Le nuove opzioni hardware disponibili su richiesta con Equinix Metal permettono agli sviluppatori di usare Application Programming Interface e di sfruttare integrazioni con i più diffusi strumenti DevOps e con l'ecosistema Kubernetes. Tra le altre cose, è possibile avere a disposizione capacità di intelligenza artificiale on demand.

 

Una delle novità è l’aggiornamento delle configurazioni delle macchine bare metal con i chip di ultima generazione di Intel (fra cui gli Xeon Scalable di terza generazione), Amd (gli Epyc di terza generazione), Ampere (altra). Queste piattaforme, attese sul mercato a inizio 2022, sono parte delle configurazioni dei server di terza generazione (Gen3) di Equinix Metal. E bastano pochi minuti per richiederli on demand, sottolinea il vendor, pagando un tanto all'ora.

Altra novità è il debutto del programma LaunchPad di Nvidia in nove data center della rete  Equinix International Business Exchange. Questo significa, per i clienti di sistemi bare metal, poter testare i software di analisi dati e intelligenza di artificiale della suite Nvidia AI (anche nell’edizione Enterprise). 

Oltre a questi aggiornamenti delle macchine Gen3, Equinix ha annunciato una  nuova gamma di configurazioni ottimizzate per workload specifici, quali il training di sistemi di intelligenza artificiale e i database in-memory. Equinix Metal ha inoltre ottenuto la certificazione per Nutanix Cloud Platform, che si tradurrà per i clienti in una maggiore capacità di gestire in modo semplice e centralizzato ambienti bare metal, cloud pubblico e cloud privato. Attualmente le due aziende stanno traghettando i clienti in un programma pilota, in preparazione della disponibilità generale.