Per chiudere il cerchio e rendere la propria offerta di comunicazione completa, a Whatsapp mancano soltanto le videochiamate. Ma il nuovo servizio potrebbe arrivare presto, se alcune immagini rivelate da un blog tedesco dovessero rivelarsi vere. Macerkopf, questo il nome della testata online teutonica, ha pubblicato alcune schermate prese da quella che sembra essere a tutti gli effetti una videochiamata in corso con Whatsapp. Gli screenshot sono stati prelevati dalla versione dell’app per iOs e la novità, sempre secondo Macerkopf, dovrebbe essere introdotta con la prossima release del software. Come già accaduto per le telefonate Voip, anche le videochiamate potrebbero essere prima testate su un numero ristretto di utenti, per approdare poi alla fase di disponibilità generale. La sperimentazione della funzionalità Voip aveva richiesto in precedenza circa un anno prima di diventare di dominio pubblico.

Le due immagini pubblicate dal blog tedesco mostrano una videochiamata in arrivo e la stessa in corso, con la presenza di tre pulsanti: disattivazione del microfono, chiusura della chiamata e passaggio dalla fotocamera principale a quella frontale e viceversa. La funzionalità sarebbe ovviamente compatibile sia con il WiFi sia con la connessione 4G.

La prossima versione di Whatsapp per iOs dovrebbe essere la 2.12.16.2, ma la data di pubblicazione sull’App Store non è ancora nota. Così come, va ricordato, non è assolutamente detto che la release contenga anche la possibilità di effettuare videochiamate. Lo sbarco su Android, in caso di successo sulla piattaforma iOs, dovrebbe poi essere un passaggio conseguente e naturale. A fianco di questo nuovo servizio, gli sviluppatori dell’applicativo di messaggistica istantanea sarebbero al lavoro anche sulle schede multiple per le chat, che darà la possibilità di passare direttamente da una conversazione all’altra senza tornare all’elenco principale.

 

Le due schermate pubblicate dal blog tedesco Macerkopf

 

Comprato nel 2014 da Facebook per 21,8 miliardi di dollari, Whatsapp è diventato uno dei servizi di messaggistica istantanea più popolari al mondo. Gli utenti attivi su base mensile lo scorso agosto erano novecento milioni, con un balzo di cento milioni in soli quattro mesi. Un’applicazione talmente diffusa che ha iniziato ad attirare anche le attenzioni dei governi. Un mese fa la Cina nella regione dello Xinjiang ha infatti bloccato ogni servizio di telefonia e Internet, accusando i clienti di tre grosse compagnie telefoniche di aver violato alcune regole. Ovvero aver utilizzato una rete Vpn oppure scaricato sul proprio smartphone applicazioni “straniere”, come Whatsapp e Instagram.