Il V30 di Lg è arrivato. L’azienda ha presentato all’Ifa di Berlino il nuovo modello di phablet top di gamma della propria linea, destinato a succedere al V20 svelato nel 2016. Sarà questo il dispositivo della riscossa della casa sudcoreana, che fatica ancora a ritagliarsi uno spazio nel turbolento mercato dei cellulari (si vedano i numeri deludenti del G6)? Sarà il tempo a dirlo. Nel frattempo, dopo mesi di indiscrezioni è possibile parlare ufficialmente delle caratteristiche di questo device. Seguendo il trend inaugurato quest’anno, almeno nella fascia altissima del settore, anche il V30 presenta un design con schermo praticamente senza cornice e una diagonale molto generosa. Sono infatti sei i pollici di questo display QuadHd+ P-Oled con una risoluzione di 1.440 x 2.880 pixel e 538 pixel per pollice (rapporto 18:9). Il pannello è protetto da Gorilla Glass 5.

All’interno della scocca batte un system-on-chip Qualcomm Snapdragon 835, accompagnato da una Gpu Adreno 540 e da 4 GB di memoria Lpddr4x. Notevole la capacità di archiviazione di base: si parte infatti da 64 GB, che possono diventare 2 TB con microSd. La variante V30+ mette invece a disposizione fin da subito 128 GB, ma la capacità di storage è l’unico elemento differenziante (oltre ai colori) che distingue i due modelli di phablet.

La doppia fotocamera posteriore ha un sensore da 16 megapixel (f/1.6) e un altro da 13 megapixel (f/1.9) ultragrandangolare con flash Led dual-tone e lenti Crystal Clear. Inoltre, il blocco implementa una stabilizzazione ottica (Ois) ed elettronica delle immagini (Eis) e l’Hybrid Auto Focus, che combina la messa a fuoco laser e quella a rilevamento di fase L’obiettivo anteriore è invece da 5 MP (f/2.2). Il modem Lte è un Cat. 16 e negli Stati Uniti sarà il primo a supportare il 4G sulla banda 71 a 600 MHz, la cui bassa frequenza garantisce una copertura su distanze maggiori e la possibilità di attraversare le pareti con più efficacia.

 

 

Completano il quadro Bluetooth 5.0, Nfc, Wifi a/b/g/n/ac dual-band, Gps A-Glonass, il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali (posto sul retro) e una porta Usb Type-C 3.1. La batteria è da 3.300 mAh con ricarica rapida e Quick Charge. L’Lg V30 è certificato Ip68 per la resistenza alla polvere e all’acqua fino a 1,5 metri di profondità per 30 minuti. Lo spessore del dispositivo è di 7,4 millimetri e il peso di 158 grammi.

Presente Android 7.1.2 Nougat con interfaccia personalizzata Ux 6.0+, con la possibilità ovviamente di aggiornare al nuovo Oreo. Sul lato multimediale, il V30 integra un sistema Hifi Quad Dac a 32 bit con processore Saber Es9218p di Ess Technology, dotato di caratteristiche avanzate come filtri digitali e preset audio. Il phablet sarà disponibile in Italia nelle prossime settimane nei colori Cloud Silver e Moroccan Blue, oltre alla variante V30+ Aurora Black. I prezzi, però, non sono ancora noti.